La Tenuta dell’Ornellaia a Bolgheri

La Tenuta dell’Ornellaia a Bolgheri

Le immagini della tenuta e le parole di Leonardo Raspini, agronomo e direttore generale, descrivono al meglio questa realtà che dal 1982 si identifica con il grande vino. Cento ettari di vigneto divisi in due grandi zone nei quali vengono coltivati cabernet sauvignon, merlot, e poi cabernet franc e petit verdot, alla base di Ornellaia, Serre Nuove e Masseto. Ogni annata ha un suo carattere riassuntivo, che viene comunicato attraverso installazioni di artisti contemporanei: per il 2007 è stato scelto il concetto di armonia interpretato dalla artista newyorkese Ghada Amer, per il 2008 (in commercio nel 2011) quello di energia che verrà rappresentato dalla tedesca Rebecca Horn

Commenti:

  1. Aggiungiamo, a margine, la notizia riportata sul Sole di oggi degli aumenti di fatturato di Tenuta dell’Ornellaia del 22% del 2009 rispetto al 2008 (ridottosi al 5-6% nel 2010 rispetto al 2009) e, soprattutto un indice Ebidta (che misura l’utile “nudo” senza eventuali interessi passivi, imposte ecc.) impressionante del 53.5%

  2. Noblesse oblige, di Ornellaia ce n’è una sola. Elegante con nonchalance, Raspini è una persona deliziosa. Belle riprese Claudio!
    Cristina

Commenti a “La Tenuta dell’Ornellaia a Bolgheri”