Io e… Fuso. Intervista a Ginevra Venerosi Pesciolini

Io e… Fuso. Intervista a Ginevra Venerosi Pesciolini

Intervista a Ginevra Venerosi Pesciolini, al timone della Tenuta di Ghizzano che con il successo dei suoi Veneroso e Nambrot ha fatto sì che il territorio delle Colline Pisane  arrivasse alla ribalta nazionale dell’eccellenza vitivinicola. Ma anche presidente della Associazione Grandi Cru della Costa Toscana, che il 7 e 8 maggio organizza a Lucca il suo più importante evento, Anteprima Vini della Costa Toscana

Commenti:

  1. antonio tomaselli

    grazie al Veneroso bevuto per la prima volta nel 2000, ho cominciato ad appassionarmi al vino ed ero convinto che dietro quell’eccellenza ci fosse quel ‘quid’ che non si compra da nessuna parte; o lo si ha oppure pazienza! bellissima intervista e sopraattutto, scusate la deformazione professionbale, messa in pratica di quei principi organizzativi di teoria dei sistemi che agli inizi del 900 furono teorizzati e che in economia, tutte le aziende, grandi o piccole che siano che hanno deciso di mettterli in pratica, si sono rivelati vincenti!!!

  2. antonio tomaselli

    …una sola cosa da eccepire…personalmente non posso berew il ghizzano o il veneroso solo quando viaggio!!! insomma la puglia non può non averli questi vini!!!

Commenti a “Io e… Fuso. Intervista a Ginevra Venerosi Pesciolini”